Visite guidate

Programma Tour dei Sotterranei di Roma

In questa pagina e' visualizzato il programma delle prossime 8 visite guidate.

Per prenotare e' necessario essere Soci e ogni Socio puo' prenotare anche per Ospiti.

Per prenotare e' vivamente consigliato prenotare utilizzando I sesterzi per pagare l'acconto. I Sesterzi possono essere ricaricati o dal sito con carta di credito o al tour presso il nostro operatore.

Sabato 28 Ottobre 2017
Il Vicus Caprarius

Questa area archeologica, conosciuta anche come 'del Vicus Caprarius', emerse durante i lavori di ristrutturazione effettuati dal Gruppo Cremonini nell'ex cinema Trevi. Gli scavi permisero di recuperare un patrimonio archeologico unico. Le strutture rinvenute sono riferibili ad un 'caseggiato', un isolato edificato unitariamente ed articolato in due edifici, che doveva estendersi su una superficie di oltre 2.000 metri quadri tra le odierne via di S. Vincenzo (l'antico vicus Caprarius o Capralicus) e via del Lavatore e, probabilmente, nel IV secolo venne riutilizzato edificando nuovi edifici sulle costruzioni preesistenti. Questa zona nell'antichità era interessato da una piccola palude e, ai tempi di Agrippa, fu coinvolta dagli impianti dell'Acquedotto Vergine, che ancora oggi alimenta le fontane del centro storico tra cui la famosa fontana di Trevi.

Partecipanti Max: 20
Prenotati: 0
Accedi o registrati per prenotare
Domenica 29 Ottobre 2017
Cripta della chiesa di Santa Maria maggiore in San Vito

Il sito fu scoperto durante lavori di restauro avvenuti tra il 1973 e il 1977, in occasione del quinto centenario della chiesa fatta edificare da Sisto IV nel 1477. «I lavori riportarono alla luce, oltre alla cripta, resti della strada romana (è ben visibile un tratto di basolato) e piccole sezioni di opere idrauliche connesse all?arrivo del più vecchio acquedotto romano, l?Anio Vetus, alla Porta Esquilina». Un primo nucleo cristiano della diaconia si stabilì proprio nei pressi del castellum aquae, sul lato nord della chiesa attuale. Durante gli scavi riemersero anche antiche porzioni di Mura Serviane in blocchi di tufo di Grotta Oscura del VI secolo a.C., che, secondo la tradizione, furono fatte costruire da Tarquinio Prisco e completate da Servio Tullio, dal quale prendono il nome. Studi successivi hanno inoltre accertato che le mura erano fondate nel terreno vergine della valle dell?Esquilino vicino alla prima Porta Esquilina sulla quale, in epoca giulio-claudia, fu ricostruito l?Arco di Gallieno a tre fornici.

Partecipanti Max: 20
Prenotati: 0
Accedi o registrati per prenotare
Domenica 29 Ottobre 2017
I sotterranei della chiesa di S.Passera

Situata lungo l’antica via Portuense, oggi ricalcata da via della Magliana, e in stretta relazione col Tevere, quello che è visibile oggi della chiesa di S. Passera, venne realizzata intorno all'VIII Sec. su preesistenze romane.
La fondazione originale pare che risalga addirittura ad un’età remota: la tradizione vuole che qui un piccolo oratorio sorse nel V secolo, per dare ospitalità alle reliquie dei due martiri alessandrini Ciro e Giovanni, giunte a Roma via Tevere. Nel tempo l’edificio venne ampliato e abbellito a più riprese, come testimoniano i pregevoli affreschi medievali conservati al suo interno e l’impianto architettonico, entrambi di XIII-XIV secolo. Ciò che rende S. Passera un vero gioiello di arte e architettura è la presenza di tre livelli sovrapposti – riconducibili a una tomba romana di II-III secolo, al piccolo oratorio paleocristiano di V, e infine alla chiesa attuale – che avremo modo di visitare, grazie ad una ripida scaletta.

Partecipanti Max: 15
Prenotati: 3
Accedi o registrati per prenotare
Domenica 29 Ottobre 2017
I sotterranei dell��cole Francaise (Apertura Straordinaria)

La Mole Adriana, eretta come mausoleo dell’imperatore Adriano nel II secolo d.C. e trasformata in fortezza durante il Medioevo.
Il cosiddetto Passetto di Borgo è costituito da un viadotto - accessibile dal Bastione San Marco - che collega i Palazzi Vaticani con Castel Sant'Angelo. Venne edificato intorno al 1277, per volontà di papa Niccolò III, che per primo trasferì la residenza pontificia dal Palazzo Lateranense, scarsamente protetto, a quello Vaticano, circondato dalle mura fortificate della Civitas Leonina e situato in prossimità della salda fortezza di Castello

Il prezzo comprende biglietteria di ingresso (10€ + 1,50 € di prenotazione)

Partecipanti Max: 15
Prenotati: 4
Accedi o registrati per prenotare
Sabato 04 Novembre 2017
Angeli e demoni con i sotterranei di piazza Navona

Sulla scia del successo del thriller di Dan Brown, l’itinerario proposto si concentra sulla visita dei luoghi reali citati nel best-seller, dallo scrittore americano a proposito del cammino degli Illuminati. Si tratta dei cosiddetti ''quattro altari della scienza'', che dovevano condurre gli adepti della setta - ai quali si richiedeva di decifrare una complessa simbologia - fino alla 'chiesa dell'illuminazione', cioè Castel Sant'Angelo. E' un percorso nei luoghi della Roma monumentale nella quale andremo a rivedere parti del copione del romanzo, mettendo a confronto la realtà e l'eccezionale fantasia del famoso scrittore.
La visita sarà caratterizzata dalla discesa nei sotterranei di piazza Navona, per visitare gli antichi resti dello stadio di Domiziano, struttura dedicata alle gare di atletica nell'antica Roma.

Partecipanti Max: 40
Prenotati: 1
Accedi o registrati per prenotare
Domenica 05 Novembre 2017
Mini crociera sul Tevere agli scavi di Ostia antica

Un itinerario affascinante alla scoperta del fiume Tevere in un modo inedito ed originale, apprezzandone flora e fauna sorprendentemente ancora incontaminata.
Si procederà visitando gli scavi di Ostia antica, col suo immenso patrimonio archeologico perfettamente conservato.


Programma
Partenza in battello ore 9.30 
Arrivo ad Ostia ore 11.30 circa 
Ore 11.45 visita guidata 
ore 14.45 pranzo al sacco
ore 16.00 circa rientro a Roma (con trenino)

Il biglietto comprende passaggio in barca, colazione  e Guida .
Per i Bambini fini a un Max di 12 Anni il costo del Biglietto e di € 14.00.

Partecipanti Max: 40
Prenotati: 2
Accedi o registrati per prenotare
Domenica 05 Novembre 2017
Le Terme di Caracalla - Gratis per i Soci

La costruzione delle Terme di Caracalla iniziarono con Settimio Severo, anche se furono inaugurate, probabilmente nel 216 d.C. sotto il regno del figlio, Marco Aurelio Antonino Bassiano detto Caracalla. Vennero realizzate nella parte meridionale della città abbellita e monumentalizzata dai Severi con la via Nova e il Septizodium.
Le terme vissero solo tre secoli, in quanto furono definitivamente abbandonate dopo il 537 d. C., a seguito dell'assedio di Roma ad opera di Vitige, re dei Goti, il quale tagliò gli acquedotti per prendere la città per sete. A quel punto il complesso termale fu abbandonato e divenne il cimitero dei pellegrini ammalatisi durante il viaggio a Roma e ricoverati nel vicino Xenodochium di SS. Nereo e Achilleo: nel XII secolo le terme furono cava di materiali per la decorazione di chiese e palazzi.

La visita per i Soci è gratuita.Gli ospiti pagheranno 6 € come contributo.

Partecipanti Max: 30
Prenotati: 0
Accedi o registrati per prenotare
Domenica 05 Novembre 2017
Palazzo Venezia: architetture rinascimentali a Roma
Dall’ aspetto volutamente severo, con tre ordini di finestre, merlatura sul cornicione e imponente torre, Palazzo Venezia è considerato la più grande opera civile del’400 romano. Fu dimora del cardinale veneziano Pietro Barbo, futuro papa Paolo II, che lo fece edificare tra il 1455 e il 1468 utilizzando il travertino del Colosseo e del Teatro di Marcello. Nel 1564,
papa Pio IV Medici cedette parte del Palazzo alla Repubblica di Venezia (da cui il nome), che vi tenne la sua ambasciata fino al 1797.
Dopo la parentesi napoleonica, dal 1814 al 1916 ospitò la rappresentanza diplomatica austro-ungarica. Fra il 1929 ed il 1943 Palazzo Venezia fu la sede del Capo del Governo e del Gran Consiglio del Fascismo: dal suo “storico balcone” Mussolini pronunciò i celebri discorsi. Oggi il Palazzo ospita l’omonimo museo in cui si conservano
materiali artistici di varia natura ed epoche storiche che occupano praticamente tutto il piano nobile dell’edificio.
Vi sono conservati: collezioni di dipinti su tavola e su tela dei secoli XV-XVIII, pastelli settecenteschi nonché miniature e ventagli; una ricca serie di sculture lignee italiane e tedesche; una pregevole collezione di bozzetti e rilievi in terracotta del ‘500 e‘600; marmi altomedievali e rinascimentali; matrici sigillari, smalti, oreficerie sacre ed argenti di uso profano, vetri, avori e bronzetti rinascimentali di scuola italiana; una vastissima collezione di ceramiche.
Partecipanti Max: 30
Prenotati: 1
Accedi o registrati per prenotare

Esplorazioni