Teatro di palazzo Pallavicini

Teatro di palazzo Pallavicini
Fontana del teatro di Palazzo Pallavicini

La fontana si trova nel secondo terrazzamento del palazzo costruito da Flaminio Ponzio per il cardinale Scipione Caffarelli Bor ghese, nipote di Papa Paolo V. La residenza di Scipione fu costruita accanto al nuovo Palazzo Pontificio di Montecavallo. Per questo motivo le antiche Terme di Costantino, che si trovavano in quel luogo, furono completamente distrutte. Il disegno dei giardini del palazzo è attribuito a Giovanni Vasanzio. Il giardino originariamente era costituito da tre terrazzamenti.
In ciascuno di essi c'era un "casino". Il terrazzamento inferiore fu distrutto alla fine dell'Ottocento, con l'apertura di Via Nazionale. Accanto al secondo terrazzamento c'era il "teatro". Anche il "teatro" è opera di Giovanni Vasanzio. Dopo numerosi passaggi di proprietà il complesso, nel 1704, fu acquistato dalla famiglia Pallavicini Rospigliosi. È un ninfeo di forma semicircolare, con un vasto bacino d'acqua bordato di aiuole, addossato ad un edificio. Nella composizione ci sono elementi architettonici e naturalistici: una grande nicchia architettonica ornata con due catini sostenuti da ammassi rocciosi. Ai suoi lati ci sono due grotte che racchiudono statue di fiumi. Anche nelle due testate dell'emiciclo c'è una nicchia con statua.

Esplorazioni